Feudi di San Gregorio propone ogni anno una presentazione delle nuove annate della linea Selezioni con una degustazione riservata a giornalisti, blogger e influencer. Il format è estremamente pratico ed efficiente: qualche giorno prima si ricevono i vini in un’elegante scatola di legno con alcuni cadeau che denotano una  grande attenzione al dettaglio, poi nel giorno e nell’ora concordati ci si collega tutti e si scoprono i vini insieme. Quest’anno la degustazione è stata condotta da Pierpaolo Sirch di Simonit & Sirch, i geniali uomini che “parlano con le vigne” grazie alle loro potature d’avanguardia.

Feudi di San Gregorio: qualche appunto sulla cantina

Feudi di San Gregorio è una grande realtà del sud Italia che esporta i suoi vini in oltre 50 nazioni nel mondo. Nel 1986, in Irpinia, quella zona della Campania centrale montuosa, piovosa e spesso innevata così diversa dall’immagine stereotipata del sud Italia – comincia la sua storia. Vitigni autoctoni, viti centenarie e capitale umano sono le fondamenta che hanno reso questa azienda un teatro di bellezza, intesa non solo come visione estetica, ma anche come impegno sostenibile. Questo si è espresso nella trasformazione di Feudi di San Gregorio in Società Benefit nel 2011.

“Nascono così tante iniziative, come il nostro Protocollo Viticolo, sviluppato con Istituti di Ricerca all’avanguardia e teso a proteggere la biodiversità dei territori e a coltivare i vigneti in maniera rispettosa, il nostro programma per i conferenti o gli interventi per minimizzare i consumi delle risorse: dall’utilizzo integrale di fonti rinnovabili per il nostro fabbisogno energetico, al recupero e al riciclo delle acque piovane, alla riduzione dell’impatto ambientale del nostro packaging fino al nostro impegno di raggiungere la neutralità climatica.

Continua a leggere su Feudi.it

Feudi di san gregorio scatola

Ora puoi iscriverti alla newsletter o scorrere la pagina per continuare la lettura dell’articolo!

Feudi di San Gregorio: i vini in anteprima

“San Greg” Campania Rosato IGT 2023

100% aglianico | acciaio | Prezzo enoteca online € 18

Note dell’azienda. Questo vino – pluripremiato dalla critica – nasce nelle colline più alte dell’Irpinia (700 m s.l.m.) da vigneti che affondano le loro radici su terreni marnoso calcarei e marnoso arenacei ben esposti al sole e molto ventilati. Vendemmia manuale e pigiatura soffice per un vino che fermenta e matura in acciaio.

La mia degustazione. Si presenta rosa corallo brillante, consistente. Al naso è delicato con note di fragolina di bosco, cioccolato bianco e fiori di gelsomino. In bocca entra coerente, fresco, molto acido, strutturato e con un finale quasi salato che fa salivare. Ottima beva. Perfetto per l’aperitivo in abbinamento a formaggi e pesci grassi come Brie e tartine con burro e salmone affumicato.

Feudi di san gregorio vino rosato

“Pietracalda” Fiano di Avellino DOCG Riserva 2022

100% fiano | acciaio | Prezzo enoteca online € 15

Note dell’azienda. Dai vigneti più vocati abbiamo scelto le migliori uve di Fiano. Nasce così il Pietracalda
della linea “Selezioni”, riservata ai migliori ristoranti ed enoteche. La bottiglia che lo veste, concepita dal genio di Massimo Vignelli, è l’immagine elegante e dinamica di un vetro che si anima mentre avvolge il vino, prendendo la forma di sottilissime onde continue tutt’intorno.

La mia degustazione. Si presenta giallo paglierino brillante con riflessi verdolini, consistente. Al naso è delicato con note di frutta tropicale, erba cedrina e fiori di tiglio. In bocca entra coerente, caldo, molto sapido, strutturato e con un lungo finale che fa salivare. Perfetto in abbinamento a un risotto agli scampi e ai crostacei in generale.

Feudi di san gregorio vino fiano riserva

“Cutizzi” Greco di Tufo DOCG Riserva 2022

100% greco | acciaio | Prezzo enoteca online € 14

Note dell’azienda. Dai vigneti più vocati che affondano le loro radici in terreni gessosi abbiamo scelto le migliori uve di greco. Nasce così il Cutizzi della linea “Selezioni”, riservata ai migliori ristoranti ed enoteche. La bottiglia che lo veste, concepita dal genio di Massimo Vignelli, è l’immagine elegante e dinamica di un vetro che si anima mentre avvolge il vino, prendendo la forma di sottilissime onde continue tutt’intorno.

La mia degustazione. Si presenta giallo paglierino carico e brillante con riflessi verdolini, consistente. Al naso è delicato ed elegante con note sulfuree che sfumano nella vaniglia, nella pera candita, nella salvia e nello zest di limone. In bocca entra coerente, molto più equilibrato, fresco, sapido, abbastanza morbido, meno alcolico del Pietracalda e per questo con una beva più piacevole. Perfetto da abbinare a frittate e omelette, verdure e pesci come seppia e molluschi come totani, seppie e calamari.

Feudi di san gregorio vino greco di tufo riserva

Ora puoi comprare il mio libro dedicato agli aspiranti sommelier, ai sommelier e ai winelover o scorrere la pagina per continuare la lettura dell’articolo!

Chiara Bassi libro sommelier manuale illustrato

Sommelier: il manuale illustrato

Tutti i miei appunti sul vino e sul cibo in un solo libro. Massima portabilità per studiare dove vuoi, quando vuoi… e anche con il tuo smartphone scarico! A tutti gli aspiranti sommelier… ubriacate il lupo! 😄🐺🍷🍀

Chiara Bassi

Feudi di San Gregorio e l’arte

Massimo Vignelli, milanese di nascita e newyorkese di adozione, è stato un grande designer del ‘900 esposto al MoMA e in altri importanti musei di arte contemporanea. Nel 2001 inizia la collaborazione con Feudi di San Gregorio per rivoluzionare l’immagine dell’azienda in un modo mai banale. La qualità dei dettagli – la scelta dei colori, la nitidezza dei mosaici, la sfumatura di oro a caldo – unitamente all’innovazione di una dimensione molto ridotta rispetto alle etichette tradizionali dei vini e a un “less is more” dominante, hanno reso uniche e molto identitarie le etichette che hanno la capacità di spiccare su qualsiasi scaffale. Non solo le etichette: Vignelli ha creato gli interni della cantina, gli stand per le fiere, alcuni packaging e delle pubblicazioni aziendali.

L’amore per l’arte è un valore fondamentale di Feudi di San Gregorio, tanto che hanno sviluppato collaborazioni con artisti, architetti e fotografi di rilievo come Fabio Novembre, Hikaru Mori e Maurizio Zito, Vedovamazzei, Marinella Senatore e Mimmo Jodice.

Feudi di san gregorio degustazione

Caricamento