In un’epoca dove le apparenze contano spesso molto più della sostanza, Gesto Milano Ristorante è un respiro di sollievo verso sapori autentici che riscaldano l’anima. Qui sono proposti piatti semplici da capire, alla portata di tutti, ma capaci al contempo di dare soddisfazione a un grande gourmand. Poche seghe gastronomiche e tanto sapore in un percorso enogastronomico ben riuscito che invoglia a ripetere l’esperienza.

Ristorante

Italiana

Informale

€€

Ammessi

Gesto Milano Ristorante

Grazie alla preziosa consulenza di chef David Fiordigiglio (che puoi vedere su Real Time insieme a Benedetta Rossi nel programma Ricette d’Italia), il locale di Fabio Lucarelli e Martina Lucattelli è stato completamente rinnovato nell’offerta culinaria da ottobre 2023. Due intensi mesi di formazione dello staff di cucina guidato dallo chef Daniele Lodigiani per una proposta che rende questo locale un po’ fuori dagli schemi e particolarmente interessante.

Gesto Milano Ristorante: location

Un ambiente informale dal gusto industriale arredato con cura lo rende il luogo perfetto dove fare un aperitivo rilassato o una cena comfort. Bello il bancone con la cucina parzialmente a vista dove è possibile cenare e la saletta del dj. Particolarmente apprezzato il bancone bar che invoglia a concludere la serata al suo cospetto.

Gesto ristorante milano

L’atmosfera che si respira è un mix tra vintage e internazionale. Belle anche le sale di dimensioni e stili diversi perfette per chi cerca riservatezza.

Gesto milano ristorante saletta riservata

Ora puoi iscriverti alla newsletter o scorrere la pagina per continuare la lettura dell’articolo!

Gesto Milano Ristorante: servizio

Avendo cenato al bancone non ho potuto valutare il servizio complessivo, ma solo la parte vini. La sommelier Alessia Taffarel è bravissima sia a proporre abbinamenti, sia a servire il vino giusto al momento giusto. E poi non è banale e non ti propone sempre le solite cose e sa osare se ha davanti la persona giusta. Con stile.

Gesto Milano Ristorante: i vini

La carta vini è interessante anche se non particolarmente ampia, ma è comunque adatta alla tipologia di locale. Troppo limitata la scelta dei vini dolci, ma con appena due dessert nel menu è facile intuire che non puntano a questo momento della cena. Cantine famose e piccoli produttori si alternano nelle varie tipologie. Alcune denominazioni particolarmente interessanti come le proposte dalla Jura (Francia).

Macvin du Jura

Una nota di merito va alla magnifica Schiava Vigneti delle Dolomiti IGT di Gino Pedrotti che non conoscevo e mi è piaciuta davvero tantissimo. Il vino perfetto per l’ombrina, grazie al suo tannino delicato che ha asciugato l’untuosità della maionese, senza “infierire” sulla delicatezza del pesce. Questo vino è disponibile anche al calice.

Schiava nera Gino pedrotti

Ora puoi comprare il mio libro dedicato agli aspiranti sommelier, ai sommelier e ai winelover o scorrere la pagina per continuare la lettura dell’articolo!

Chiara Bassi libro sommelier manuale illustrato

Sommelier: il manuale illustrato

Tutti i miei appunti sul vino e sul cibo in un solo libro. Massima portabilità per studiare dove vuoi, quando vuoi… e anche con il tuo smartphone scarico! A tutti gli aspiranti sommelier… ubriacate il lupo! 😄🐺🍷🍀

Chiara Bassi

Gesto Milano Ristorante: menu e portate degustate

La proposta attuale è molto interessante e comprende 18 “stuzzichini” da accompagnare all’aperitivo e un menu vero e proprio con 5 antipasti (2 vegetariani), 4 primi (2 vegetariani), 4 secondi (1 vegetariano) e 2 dolci. Personalmente porterei a 4 anche i dolci, poi il menu – breve e senza fronzoli – per me sarà perfetto.

Selezione di antipasti

  • Un salto in Paolo Sarpi: tacos di galletto marinato nel lime e fritto 5 volte con 5 diverse pastelle di amidi e farine diverse con tanto glutine, poi passato in salsa chili orientale.
  • Cannolo alla carbonara: la spuma di carbonara al sifone riempie il cannolo, finito con una spolverata di pancetta croccante.
  • Donut: è formato da erbette del Lago d’Iseo con crema di mozzarella di bufala fritta che forma anello poi glassato con pesto di erbe.
  • Cavoletto: cavolino di Bruxelles fritto 2 volte con maionese al rafano e al prezzemolo. Incredibile, ne avrei mangiati 100 da tanto era buono. E io odio i cavolini di Bruxelles, al punto che solo l’odore mi fa cambiare stanza.
  • I’m lovin eat: una provocazione che vuole nobilitare il celebre panino Big Tasty di Mc Donalds. La salsa è preparata con paprika affumicata non piccante e ricopre il magatello di manzo posato sul pan brioche tostato nel burro nocciola. Delizioso.
Ristorante gesto milano antipasto

Di tutti, “un salto in Paolo Sarpi” è quello che mi ha convinto di più e per me merita, da solo, la visita in questo ristorante.

Ristorante gesto milano

Ombrina con acciuga di Pantelleria con maionese di acciuga e crumble siciliano

Un sashimi di ombrina presentato egregiamente e ben spinato con una qualità del pesce eccellente. La maionese conferisce una grassezza e un’untuosità piacevole.

Ristorante gesto milano

Insalatissima

Il gazpacho verde, condito con i cuori di pomodoro ramato, l’emulsione di lattuga e gli edamame, è ben equilibrato con un gusto appena agrodolce. Per fare la scarpetta una foglia di insalata e un pan brioche fritto ispirato all’iris catanese soffice e profumato.

Ristorante gesto milano foto

Il “cestino del pane”

Forse la cosa che ho apprezzato di più. Un pane semplice, con una bella alveolatura e una focaccia davvero deliziosa, entrambi rigorosamente fatti in casa. Tuttavia è il Danubio salato con il burro di montagna montato il vero capolavoro.

Ristorante gesto milano

Il Danubio ha una consistenza soffice che svela una lunga lievitazione. Profuma di burro e la crosticina dorata dall’aroma tostato racconta di una reazione di Maillard perfettamente svolta.

Ristorante gesto milano Danubio salato

Melanzana

Quando mi è stata servita l’avevo scambiata per un’aringa o un pesce simile data la forma. La consistenza è scioglievole e il gusto intenso, quasi concentrato ed esaltato dall’erba cipollina e dal furikake, ovvero da un mix di pesce e alga nori essiccati e tritati con semi di sesamo tostati, zucchero e sale.

Ristorante gesto milano melanzana

Mesca Francesca

Non solo regina dei matrimoni napoletani, ma anche un comfort food d’eccellenza: ecco cos’è la pasta fagioli e cozze. Questa in particolare viene preparata con pasta mista selezione Gerardo di Nola, cozze di Sardegna, fagioli cannellini di Andria, fagioli borlotti di Benevento e salsa royale al prezzemolo. Cremosa e grassa al punto giusto, con una pasta cotta perfettamente e delle cozze grandi, carnose e sode di qualità.

Ristorante gesto milano foto menu

Cavoli alla seconda

Il piatto più riuscito della serata, nel menu proposto come secondo vegetariano. Un modo di trattare le verdure davvero pazzesco, con un profumo di brace stupendo. Si tratta di cavolo cinese confit, verza ripassata, crema di cavolo nero, cavolo riccio arrostito e cavoletto di Bruxelles fritto con cuore di cipolla stufata. Stasera mi sono innamorata dei cavoli e prima non mi erano mai piaciuti.

Ristorante Gesto Milano cavoli

Quaglia ripiena di salsiccia di Bra e castagne con radicchio affumicato

Presentazione forse un po’ eccessiva, ma a me è piaciuta molto. Scenografica e perfetta per questo piatto autunnale.

Ristorante gesto milano

La quaglia è cotta alla perfezione e la glassatura della pelle davvero godereccia. Il ripieno di salsiccia di Bra è una scelta intelligente: è facile da gestire in quanto questa salsiccia solitamente si mangia cruda e conferisce sapore e grassezza alla carne magra e complessivamente delicata della quaglia. Il radicchio conferma la gestione particolarmente riuscita delle verdure.

Gesto milano ristorante quaglia ripiena

Diaframma di manzo

Il diaframma è un muscolo considerato un taglio povero caratterizzato da poco grasso e poco tessuto connettivo e questo lo rende adatto a cotture brevi e a fuoco diretto. Tenero e saporito, è stato valorizzato dalla salsa ai 7 funghi completata con il tartufo.

Gesto milano ristorante foto menu diaframma

Consistenze al cioccolato bianco

Liquerizia, cioccolato bianco e finocchio possono sembrare un abbinamento insolito per un dolce, ma in realtà si tratta di un accostamento intrigante. Il finocchio è presentato come chips, la liquirizia come salsa liquida aggiunta durante il servizio e il cioccolato bianco ha una consistenza simile a una mousse, ma più densa. Aromatico e non troppo dolce, con quel tocco croccante che è sempre un piacere sentire.

Ristorante gesto milano dolci

Gesto Milano Ristorante: prezzi

I prezzi sono a tratti popolari e comunque sempre in linea con la qualità proposta. Gli stuzzichini vanno dai 2,5 € ai 13 € con il Danubio salato con burro di montagna montato che ad esempio costa 5 €. Il bellissimo piatto di sashimi di ombrina costa 14 € e il delizioso pollo crispy “un salto in Paolo Sarpi” costa 11 €. La pasta fagioli e cozze costa 18 €, ma è la pasta più costosa del menù. I secondi vanno dai 14 € dei cavoli ai 18 € del diaframma di manzo. I dolci costano tutti 7 €. Pane e servizio 3 €, ma data la bontà della focaccia e il posto super carino è un prezzo corretto. Si possono consultare online qui il menu del cibo e qui la carta dei vini.

Gesto Milano Ristorante: servizi & informazioni

Per consumare sul posto è possibile prenotare online attraverso questo link.

Orari

Aperto da martedì a domenica

Orario continuato 18:00 – 02:00

Come arrivare

300 m fermata metro rossa Porta Venezia

300 m fermata tram 19 Viale Piave

Indirizzo & telefono

Via Sirtori 15, 20129 Milano

+39 02 201006

Nei dintorni

Gesto Milano ristorante si trova in una posizione strategica a pochi passi da Porta Venezia (350 m) e dai Giardini Indro Montanelli (450 m), in una zona molto bella, curata e sicura della città.

Caricamento