La Guida Ristoranti del Buon Ricordo 2024 è stata presentata, come ogni anno, alle Officine del Volo in Via Mecenate il 28 novembre 2023. Location splendida, una ex fabbrica che costruiva aeroplani durante la prima e la seconda guerra mondiale in cui è stato fatto un intervento di restauro conservativo di altissimo livello. Questa guida è ancora più speciale perchè festeggia il 60esimo compleanno dell’associazione, che è stata fondata da Dino Villani nel 1964. La serata di gala è stata una occasione per scoprire nuovi piatti del Buon Ricordo durante il tradizionale show cooking al termine della presentazione della guida ristoranti.

Indice dei contenuti

Cose buone bevute alla serata di gala del Buon Ricordo 2024

L’azienda che non conoscevo che mi ha colpito di più è questa: DiBaldo Spirits. Il maestro profumiere romagnolo Baldo Baldinini crea essenze che per il naso sensibile di un sommelier sono pura magia. In particolare due mi hanno colpito: Paracelso Gin e AU79 Gin allo zafferano.

Buon ricordo dibaldo gin

AU 79 l’ho trovato incredibile perchè ne basta davvero pochissimo e con un po’ di soda si ottiene un cocktail piacevole e con un meraviglioso profumo di zafferano autentico.

Buon ricordo gran gala

Dei vini della cara Claudia Del Duca di Podere Marcampo (Volterra, Toscana) ne ho parlato spesso, ma questo mi è ri-piaciuto particolarmente. Giusto alle Balze è un Toscana IGT Merlot in cui il vitigno è vinificato in purezza dopo aver raccolto le uve a mano in piccole cassette, con cura e un’attenta selezione. La fermentazione con macerazione dura 25 giorni e poi svolge la malolattica in barrique fino a riposare in tonneaux di primo e secondo passaggio per 12 mesi. Un vino importante, ma che mantiene una bevibilità straordinaria e si presta sia da tutto pasto (ovviamente abbinato a ricette saporite e strutturate) sia da meditazione.

Buon ricordo podere Marcampo

Ora puoi iscriverti alla newsletter o scorrere la pagina per continuare la lettura dell’articolo!

Piatti del Buon Ricordo 2024 (in ordine di degustazione)

Dei piatti della Guida Ristoranti del Buon Ricordo ne ho assaggiati tanti e devo dire che la qualità è complessivamente molto alta. Non sono ricette nate per fare ricerca o per stupire per la loro complessità, anzi, spesso è proprio il gusto della semplicità che si propone. Il filo conduttore è la qualità degli ingredienti unita al proporre comfort food, cibi capaci di emozionare, talvolta risvegliare un ricordo, talvolta semplicemente accompagnare una bella serata in compagnia.

Piatti del Buon Ricordo #1: Calamaro ripieno | Ristorante Armare (Roma, Lazio) ❤️

Il calamaro è cotto alla perfezione e non è facile in quanto spesso risulta gommoso. Questo è scioglievole e anche il ripieno di pan grattato, vongole, cozze, aglio e peperoncino è molto gustoso.

Piatti del buon ricordo calamaro

Piatti del Buon Ricordo #2: Spaghettoni di Gragnano IGP con alici fresche, colatura tradizione di Cetara, tartufo nero e burro di bufala | La Bettola del Gusto (Pompei, Campania) ❤️❤️+

Meraviglioso spaghettone cotto al punto giusto e condito alla perfezione. La colatura di alici è magnifica con il tartufo: entrambi sono molto saporiti, ma non si sovrastano. Godurioso.

Piatti del buon ricordo spaghettoni

Piatti del Buon Ricordo #3: ravioli del duca con piccione, crema di pere e finocchietto selvatico | Ristorante Enoteca Del Duca (Volterra, Toscana) ❤️❤️❤️

Spessore della pasta e cottura perfetti. Il ripieno di piccione si sentiva distintamente e il finocchietto ha dato un tocco profumato. 

Piatti del buon ricordo ristorante del duca

Piatti del Buon Ricordo #4: Persicotto | Ristorante La Baia (Cremia – Lago di Como, Lombardia) ❤️+

Risotto golosissimo mantecato alla perfezione con un goccio di Timoncello, il liquore del lago di Como che consiste in una rivisitazione del più famoso limoncello con l’aggiunta di timo. Il persico è fritto bene ed è molto asciutto e si accorda bene alla cremosità del risotto.

Piatti del buon ricordo risotto

Piatti del Buon Ricordo #5: Risotto ai fiori di zucchina e tartufo | Ristorante Salice Blu (Bellagio – Lago di Como, Lombardia) +

Risotto cotto e mantecato bene anche se i fiori di zucca si perdono un po’ perchè il profumo del tartufo è molto intenso.

Piatti del buon ricordo tartufo

Piatti del Buon Ricordo #6: Caserecce al pesto di limoni con tartare di gambero | Ristorante Filippino (Lipari – Isole Eolie, Sicilia) ❤️

Le caserecce hanno una bella consistenza e sono cotte alla perfezione. Limoni e gamberi sono due ingredienti siciliani e questo è un valore aggiunto a un piatto di per sé buono e ben eseguito, piacevolissimo. Bisogna solo prestare attenzione alle quantità: il gusto del limone è molto intenso e se la tartare di gambero – molto delicata – è poca, rischia di essere sovrastata.

Piatti del buon ricordo

Piatti del Buon Ricordo #7: Polpette contadine | Ristorante dell’Hotel Barbieri (Altomonte, Calabria)

Le polpette sono una ricetta che si può fare in tantissimi modi, con tantissimi ingredienti diversi e tantissimi metodi di cottura ed è proprio questo che le rende speciali. Basta cambiare leggermente le dosi o il procedimento per ottenere risultati completamente diversi. Le polpette della famiglia Barbieri sono molto golose ed è carina anche l’idea di bloccarle in una fetta di pane (con cui fare la scarpetta) bucato con un coppa pasta a misura per contenere la polpetta.

Piatti del buon ricordo polpetta

Piatti del Buon Ricordo #8: ‘O Scarpariello del Principe 1968 | Osteria Famiglia Principe 1968 (Nocera Superiore, Campania) +

Lo scarpariello è un primo piatto nato nei quartieri spagnoli di Napoli per ripagare gli scarpari (calzolai) anche col poco che si aveva in casa. Viene preparato solo con pomodorini, basilico fresco, pecorino e formaggio tipo grana grattugiato. Una ricetta semplicissima, di casa, comunque ben eseguito e che ho mangiato con piacere.

Piatti del buon ricordo spaghetti al pomodoro

Piatti del Buon Ricordo #9: Paccheri al gambero rosso e pomodoro ciliegino | Ristorante Ciccio in pentola (Palermo, Sicilia)

Ottima la qualità del gambero scelto, peccato per la cottura sbagliata dei paccheri che – come è visibile anche dalla foto –  li ha resi secchi in alcuni punti. Purtroppo gestire alcuni primi piatti in show cooking non è semplice e alcuni vengono penalizzati, ma restano errori di concetto. Personalmente separerei il corpo del gambero dalla testa che lascerei come decorazione e per succhiare gli umori, mentre la carne è meglio proporla in tartare per far sì che il cliente la assapori forchettata dopo forchettata e non separatamente, magari alla fine. O forse dovevo tagliarmi io il gambero a cubetti?

Piatti del buon ricordo pacchero

Piatti del Buon Ricordo #10: mezze maniche di Fornio dal 1928 | Osteria di Fornio (Fidenza, Emilia-Romagna)

Nessun entusiasmo invece per le mezze maniche del Fornio: capisco il voler proporre un piatto della tradizione contadina, ma non l’ho trovato “da ristorante”.

Piatti del buon ricordo

Piatti del Buon Ricordo #11: Bonet | Ristorante Bon Parej (Torino, Piemonte) +

Il bonet è un dolce al cucchiaio tradizionale del Piemonte con riconoscimento PAT che contiene latte, uova, rum, cacao, zucchero e amaretti nato nel 1700. Questo l’ho trovato caratteristico e gustoso.

Piatti del buon ricordo dolce

Ora puoi comprare il mio libro dedicato agli aspiranti sommelier, ai sommelier e ai winelover o scorrere la pagina per continuare la lettura dell’articolo!

Chiara Bassi libro sommelier manuale illustrato

Sommelier: il manuale illustrato

Tutti i miei appunti sul vino e sul cibo in un solo libro. Massima portabilità per studiare dove vuoi, quando vuoi… e anche con il tuo smartphone scarico! A tutti gli aspiranti sommelier… ubriacate il lupo! 😄🐺🍷🍀

Chiara Bassi

Ristoranti del Buon Ricordo: quelli che ho già visitato

  • Ristorantino Shardana (Parigi – Francia): il miglior piatto del Buon Ricordo della Guida 2023 sono stati proprio i culurgiones ogliastrini con demi-glacé di vitello, cannonau e tartufo che ho mangiato sia durante la cena di gala, sia quando sono andata a Parigi!
  • Ristorante Manuelina (Recco, Liguria – Italia): ci sono stata non una, ma ben due volte e l’ultima per il mio compleanno quest’anno. La focaccia di Recco, anche nelle versioni con Culatello o con ‘nduja sono favolose! Il piatto del Buon Ricordo è il morone al sale con salsa di limoni nostrani, sfoglie di patate e caviale è piaciuto anche a me che non amo il pesce spinato cotto.
  • Ristorante La Posa (Livigno, Lombardia – Italia): impossibile non innamorarsi dell’ospitalità e della cucina di Luca Galli, con un menù del Buon Ricordo perfetto dall’antipasto al dolce! Favoloso il risotto agli aghi di pino con ragù di lepre.
  • Lokanda Devetak 1870 (Savogna d’Isonzo, Friuli-Venezia Giulia – Italia): una locanda calda e accogliente che serve fusi, salsiccia e formaggio Jamar, ma soprattutto che custodisce in una cantina scavata nella pietra 12.000 bottiglie da tutto il mondo.
  • Ristorante Enoteca Del Duca (Volterra, Toscana – Italia): indimenticabile la carbonara al tartufo, ma il piatto del Buon Ricordo di quest’anno (ravioli del duca con piccione) è stato quello che mi è piaciuto di più!

Caricamento