Il vitigno timorasso è un autoctono piemontese adatto per elaborare vini bianchi di qualità adatti a lunghi affinamenti in bottiglia. In alcune etichette è possibile trovare la menzione “Timorasso Derthona“, ovvero l’antico nome della città di Tortona, aggiunto con l’obiettivo di collocare il vino nell’area più vocata alla coltivazione di questo vitigno. Questi appunti di degustazione richiedono una doverosa premessa. Complice anche l’andamento climatico degli ultimi anni, sono ormai presenti due filoni gustativi di vino timorasso: uno più tagliente e verticale spostato sull’agrume e l’idrocarburo e l’altro più ciccione dominato dall’albicocca matura e dalla frutta tropicale. Personalmente il Derthona Timorasso che apprezzo è il primo che trovo più fedele al vitigno e questo si riflette inesorabilmente nei miei giudizi.

Timorasso Derthona a Palazzo Bovara, Milano

Ho degustato quasi tutte le referenze presenti per il vino timorasso e questa è la mia personale selezione in ordine di assaggio, premesso che ho scelto un solo vino per cantina. Come sempre i vini che mi sono piaciuti di più sono contrassegnati da 1, 2 o 3 cuori. Considero un “+” come 1/3 di cuore.

Degustazione #1: Timorasso Derthona Colli Tortonesi DOC 2020, Tenute Rade ❤️❤️

Si presenta giallo paglierino carico e brillante, consistente. Al naso è fine, complesso e con note di idrocarburi molto eleganti. Si riconoscono anche il tiglio e un agrume appena accennato. In bocca entra coerente, fresco, sapido, strutturato e con un lungo finale che fa salivare.

Della stessa azienda ho degustato anche il 2018, ma devo dire che il 2020 ha una marcia in più, ovviamente valutata in potenziale di bottiglia.

Vino Timorasso derthona

Degustazione #2: “Tantéi” Timorasso Colli Tortonesi DOC 2021, Mandriola

Si presenta giallo paglierino carico e brillante, consistente. Al naso note di tartellette con frutta fresca e crema pasticciera insolite per  questo tipo di vino, ma piacevoli. In bocca entra coerente, caldo, abbastanza fresco, strutturato e lungo.

Vino timorasso derthona

Degustazione #3: “Il montino” Colli Tortonesi DOC 2018, La Colombera +

Si presenta giallo paglierino carico e brillante, consistente. Al naso ha un idrocarburo molto intenso che mi sarebbe piaciuto ritrovare anche in bocca dove entra comunque morbido, caldo, strutturato, fresco e con un finale molto ammandorlato che fa salivare. 

Vino Timorasso derthona

Ora puoi iscriverti alla newsletter o scorrere la pagina per continuare la lettura dell’articolo!

Degustazione #4: “Chiaror sul masso” Timorasso VSQ Pas Dosé 2018, I Carpini ++

Si presenta di colore giallo paglierino scarico e brillante con un perlage molto fine, numeroso e persistente. Al naso è delicato ed elegante con note di erbe aromatiche. In bocca entra cremoso, fresco, sapido e strutturato con un finale lungo.

Vino spumante timorasso derthona i carpini

Degustazione #5: Timorasso Derthona Colli Tortonesi DOC 2020, Francesco Iandolo

Si presenta di colore giallo paglierino brillante e consistente. Al naso è delicato, fine ed elegante con note di frutta tropicale e cedro che sfumano in una salvia appena accennata. In bocca entra coerente, sapido e strutturato.

Vino timorasso derthona Francesco iondolo

Degustazione #6: “Ca degli olmi” Timorasso Derthona Colli Tortonesi DOC 2019, Canevaro Luca

Si presenta giallo paglierino carico e brillante, consistente. Al naso é intenso con note di idrocarburi appena accennate. In bocca entra molto sapido, strutturato e con un finale quasi salato.

Vino timorasso derthona canevaro luca

Degustazione #7: “Thimes” Timorasso Derthona Colli Tortonesi DOC 2018, Alvio Pestarino

Si presenta giallo paglierino scarico e brillante, consistente. Al naso entra non particolarmente complesso, ma piacevole, con un idrocarburo appena accennato e note di fiori bianchi e pesca. in bocca entra fresco, sapido, strutturato e con un lungo finale quasi salato.

Vino timorasso derthona alvio pestarino

Ora puoi comprare il mio libro dedicato agli aspiranti sommelier, ai sommelier e ai winelover o scorrere la pagina per continuare la lettura dell’articolo!

Chiara Bassi libro sommelier manuale illustrato

Sommelier: il manuale illustrato

Tutti i miei appunti sul vino e sul cibo in un solo libro. Massima portabilità per studiare dove vuoi, quando vuoi… e anche con il tuo smartphone scarico! A tutti gli aspiranti sommelier… ubriacate il lupo! 😄🐺🍷🍀

Chiara Bassi

Degustazione #8: Timorasso Colli Tortonesi DOC 2019, Boveri Luigi ❤️

Si presenta giallo paglierino scarico e brillante, consistente. Al naso é elegante e complesso con note di cedro, un idrocarburo delicato, pepe bianco e una vaniglia appena accennata. In bocca entra coerente, fresco, salato, strutturato e con un lungo finale che vira all’agrume.

Vino timorasso boveri Luigi

Degustazione #9: Timorasso Colli Tortonesi DOC 2022, Vietti +

Si presenta giallo paglierino appena scarico, consistente. Al naso apprezzo particolarmente che non ha quella nota di albicocca matura degli altri 2022 che ho assaggiato, ma vira tutto sulla mollica bagnata e sull’agrume. In bocca entra coerente, sapido e molto fresco. Ottima bevibilità e interessante potenziale di affinamento in bottiglia.

Vino timorasso derthona vietti

Degustazione #10: Timorasso Derthona Colli Tortonesi DOC 2022, Viberti

Si presenta giallo paglierino brillante e consistente. Al naso un altro timorasso che è tutto spostato sull’albicocca, ma almeno con un bel frutto integro. In bocca è coerente, abbastanza fresco, sapido e strutturato.

Vino timorasso derthona viberti

Degustazione #11: Timorasso Derthona 2022, Sassaia

Si presenta giallo paglierino carico e brillante, consistente. Al naso una nota di legno molto percettibile crea un bellissimo vino che esce dai canoni del Timorasso Derthona per abbracciare uno stile di solito più proprio di certi grandi chardonnay, soprattutto in bocca dove è comunque molto equilibrato. Finale sapido che ricorda la vaniglia. Seppur non  adatto a chi cerca un preciso standard di vino timorasso, è interessante per i sommelier che amano sperimentare.

Vino timorasso derthona sassaia

Una breve riflessione sulle annate

Dalle degustazioni di vino timorasso fatte in questa e in altre giornate, emerge una annata 2018 molto calda, ma complessivamente ben gestita. Il risultato è un Timorasso Derthona pronto che ha meno anni in prospettiva di affinamento in bottiglia. La stessa condizione l’ho ritrovata nel 2022 che, soprattutto in alcune zone, ha snaturato i sentori erbacei e minerali tipici del vitigno timorasso al punto da farlo vertere su un’insolita albicocca matura. Sebbene la 2022 non abbia ancora goduto di un buon tempo in bottiglia per fare equilibrare questo vitigno, raramente ho visto in questa annata una grande potenzialità per il Timorasso Derthona, con qualche virtuosa eccezione come nel caso di Vietti.

Il vino Timorasso dell’annata 2019 “tradisce” anch’esso un’annata calda, ma a mio avviso non ne ha risentito in termini di qualità. Complice un vitigno che matura abbastanza tardivamente e vocato alla produzione di vini bianchi alcolici e strutturati da invecchiamento, trovo i vini di quest’annata con un discreto potenziale di bottiglia. Più longeve e interessanti le annate 2020 e 2021, poi il singolo caso va analizzato da produttore a produttore. In generale, tuttavia, consiglio ai sommelier che vogliono aggiungere alla loro cantina qualche vino timorasso Derthona di considerare la 2019 e la 2021 come annate su cui puntare.

Caricamento