Il traminer Aromatico, noto anche come gewürztraminer – da gewürz che in tedesco significa speziato – è un vitigno a bacca bianca famoso per i suoi vini intensamente aromatici in cui sono particolarmente riconoscibili i profumi di rosa e pepe bianco. La prima menzione scritta di questo vitigno appartiene al paese di Tramin, in Alto Adige (Italia del Nord) e risale al 1000 d.C., sebbene sia probabile che la sua coltivazione nella regione risalga a periodi ancora più antichi, portata forse dai Romani o dai Reti, un popolo antico che abitava le Alpi orientali.

Traminer aromatico: sinonimi e cloni

  • Sinonimi: gewürztraminer. Altri: savagnin, sauvagnin, termeno aromatico, traminer rosa.

Traminer aromatico: caratteristiche

La coltivazione del traminer aromatico è inficiata sia dalla sua tendenza a maturare precocemente sia dalla sua suscettibilità a varie malattie della vite. Tuttavia, quando coltivato in condizioni ideali, produce vini di straordinaria complessità e profondità aromatica.

della pianta

  • Aspetto: foglia piccola, pentagonale e trilobata con seno peziolare a V. La pagina superiore è glabra, bollosa e di colore verde cupo. La pagina inferiore è aracnoidea e di colore grigio-verde. Picciolo corto, mediamente grosso e glabro.
  • Maturazione: I e II decade di settembre. Grappolo piccolo, corto, troncoconico, con una o due ali e compatto. Acino medio, sferico e un po’ allungato. Buccia spessa, pruinosa e consistente di color ambrato-rosato. Polpa carnosa con succo incolore di sapore aromatico.
  • Produttività: mediocre, ma regolare.
  • Vigoria: mediocre.
  • Resistenza alle avversità: resiste bene alle malattie crittogamiche, alla tignola e al freddo invernale.
Vitigno traminer aromatico foglia

del vino prodotto

Vino bianco molto longevo che può affinare in bottiglia moltissimi anni.

  • Esame visivo: da giallo paglierino intenso a giallo dorato brillante.
  • Esame olfattivo: molto intenso ed elegante, con note floreali, fruttate ed erbacee in cui spiccano i fiori di rosa.
  • Esame gusto-olfattivo: equilibrato, fresco, molto sapido, particolarmente morbido, strutturato e con un lungo finale amaricante.

Ora puoi iscriverti alla newsletter o scorrere la pagina per continuare la lettura dell’articolo.

Traminer aromatico: zone di coltivazione

  • Italia: (zone idonee e consigliate) Friuli-Venezia Giulia, province di Trento, Treviso e Venezia; (zone idonee) Abruzzo, Basilicata, Calabria, Emilia-Romagna, Lombardia, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Valle d’Aosta, province di Belluno, Bolzano, Caserta, Verona e Vicenza; (zone in cui è in osservazione) Molise, Piemonte.
  • Mondo (in ordine di quantità): Argentina (Mendoza; Salta); Italia; Stati Uniti (California: Mendocino, Monterey, Sonoma; Washington: Columbia Valley); Australia; Bulgaria (Dunavska Ravnina; Tschernomorski Raion). Canada (Ontario; Quebec). Si coltiva in piccole quantità in Nuova Zelanda, Austria, Romania, Germania, Spagna e Francia.

Ora puoi comprare il libro di Chiara Bassi dedicato agli aspiranti sommelier, ai sommelier e ai winelover o scorrere la pagina per continuare la lettura dell’articolo!

Chiara Bassi libro sommelier manuale illustrato

Sommelier: il manuale illustrato

Tutti i miei appunti sul vino e sul cibo in un solo libro. Massima portabilità per studiare dove vuoi, quando vuoi… e anche con il tuo smartphone scarico! A tutti gli aspiranti sommelier… ubriacate il lupo! 😄🐺🍷🍀

Chiara Bassi

Traminer aromatico: vini italiani DOCG e DOC dove è ammesso

  • DOCG: nessuna.
  • DOC: Abruzzo, Alto Adige o dell’Alto Adige – in tedesco Südtirol o Südtiroler, Carso o Carso – Kras, Collio Goriziano o Collio, Friuli Aquileia, Friuli Annia, Friuli Colli Orientali, Friuli Grave, Friuli Isonzo o Isonzo del Friuli, Friuli Latisana, Scavigna, Trentino, Valle d’Aosta o Vallee d’Aoste, Friuli o Friuli Venezia Giulia – in sloveno Furlanija o Furlanija Juliska Krajna.
Vitigno traminer aromatico grappolo

Conclusione

Questo vitigno è, nelle sue versioni “particolarmente” semplici, fresche e aromatiche, considerato non un vitigno “da sommelier”. Tuttavia nella sua zona d’elezione – l’Alsazia – viene vinificato anche leggermente abboccato in versioni estremamente longeve che regalano emozioni indimenticabili (come accade anche per il riesling renano). Nelle sue espressioni migliori, infatti, può affinare moltissimi anni (anche più di 30). Si presta particolarmente bene per essere abbinato ai formaggi erborinati in quanto la sua aromaticità sorregge quella di questi formaggi e la sua dolcezza non stucchevole ne ammorbidisce la piccantezza.

Fonti:

© Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, Catalogo Nazionale delle varietà di vite.

© Bassi C., Sommelier: il manuale illustrato, Cammeo DiVino, Reggio Emilia, 2022, pp. 180-181

© Franz Haas (foto di copertina)

Altri vitigni da studiare:

Caricamento