Ieri all’Hotel NH Touring**** di Milano nei dintorni di Piazza della Repubblica si è tenuta la Serata in rosa di Go Wine dove per sommelier, operatori di settore e appassionati è stato possibile degustare circa 40 referenze di vini rosati pugliesi e italiani. Un banco d’assaggio piccolo, ma con delle vere chicche e soprattutto in un ambiente che adoro: quindi sono stata molto felice di aver partecipato. Nota di merito poi per questi banchi contenuti che consentono di degustare tutto senza dover rinunciare a nulla. Sebbene io non sia una grande estimatrice dei vini rosati italiani e dei vini rosati in generale, ammetto che li apprezzo tantissimo in estate. Inoltre la qualità della produzione si sta alzando e il vino rosato sta conoscendo una nuova dignità che spero lo porterà a ricoprire un ruolo più importante all’interno del mercato. Del resto io credo nell’innescare circoli virtuosi.

Vini rosati pugliesi e italiani: 12 degustazioni firmate Go Wine

Ho degustato 37 delle 40 referenze dei vini presenti al banco. Le degustazioni sono venute prima alla cieca e di ognuno dei 5 punti di assaggio ho scelto massimo 3 vini e poi ho scritto le degustazioni che vi condivido. Questa è la mia selezione in ordine di assaggio. I vini che mi sono piaciuti di più sono contrassegnati come sempre con uno o più cuori.

Vini rosati italiani  #1: Castlet Rosé 2023, Cascina Castlet

Regione: Piemonte | vitigni: barbera, nebbiolo | vinificazione: acciaio | prezzo online: 12 €

Si presenta rosa corallo brillante e consistente. Al naso è intenso con note di tè al limone e ribes fresco. In bocca entra coerente, fresco, sapido, strutturato e con un finale ammandorlato che fa salivare.

Vini rosati italiani cascina castlet

Vini rosati pugliesi, degustazione #2: “II150″Salento IGP Rosato 2022,  Apollonio

Regione: Puglia | vitigni: susumaniello | vinificazione: acciaio | prezzo online: 11 €

Si presenta rosa tenue con riflessi salmone, brillante e consistente. Al naso è delicato ed elegante con note di erbe aromatiche, fragoline, viola. In bocca entra coerente, fresco, sapido, abbastanza strutturato e con un bel finale che fa salivare.

Apollonio susumaniello vino rosato pugliese

Vini rosati pugliesi, degustazione #3: “18 Fanali” Salento IGP Negroamaro Rosato 2019,  Apollonio ❤️❤️

Regione: Puglia | vitigni: negroamaro | vinificazione: acciaio + barrique | prezzo online: 15 €

Si presenta rosa buccia di cipolla carico e brillante, consistente. Al naso è delicato ed elegante con note di noce, biscotti al cocco, fiori di tarassaco. In bocca entra coerente, sapido, molto fresco, strutturato e con un lungo finale che fa salivare.

Vini rosati pugliesi negroamaro Apollonio

Vini rosati pugliesi, degustazione #4: “Cantalupi” Salento IGP Rosato 2023, Conti Zecca ❤️+

Regione: Puglia | vitigni: negroamaro e altri vitigni autoctoni | vinificazione: acciaio | prezzo online: 7 €

Si presenta rosa corallo intenso e brillante, consistente. Naso intenso dalle sfumature dolci con note di cioccolato bianco, burro, ricotta al limone al forno, gelato alla banana. In bocca entra coerente, fresco, sapido, strutturato e dotato di una beva straordinaria.

Vini rosati pugliesi cantalupi conti zecca

Ora puoi iscriverti alla newsletter o scorrere la pagina per continuare la lettura dell’articolo!

Vini rosati pugliesi, degustazione #5: “Venus” Salento IGP 2023,  Conti Zecca ❤️❤️+

Regione: Puglia | vitigni: negroamaro | vinificazione: acciaio | prezzo online: 10 €

Si presenta rosa corallo brillante, consistente. Al naso è intenso con note di tè, zest di arancia, rosa e pepe bianco. In bocca entra coerente, sapido, strutturato, molto fresco e con un sorso lungo che fa salivare.

Vini rosati pugliesi Venus conti zecca

Vini rosati italiani, degustazione #6: “I Giganti Rosa” Tharros IGT Rosato 2023,  Contini

Regione: Sardegna | vitigni: cannonau, nieddera | vinificazione: acciaio + barrique | prezzo online: 11 €

Si presenta rosa tenue brillante con riflessi buccia di cipolla, consistente. Al naso é delicato con note di vaniglia e banana e il finale di Big Babol tipico della nieddera che viene stemperato da un uso sapiente del legno. In bocca entra coerente, fresco, sapido, strutturato e lungo.

Vini rosati italiani contini

Vini rosati pugliesi, degustazione #7: “Marisa” Puglia IGT Primitivo Rosato,  Leone De Castris ❤️❤️❤️

Regione: Puglia | vitigni: primitivo | vinificazione: acciaio | prezzo online: 28 €

Si presenta rosa tenue brillante e consistente. Al naso è intenso, elegante e complesso con note di frutto della passione, melograno, zest di limone, mollica di pane inumidita, cannella. In bocca entra coerente, fresco, sapido, strutturato e molto lungo.

Vini rosati pugliesi leone de castris

Vini rosati italiani, degustazione #8: “Il bandolo della matassa” Lazio IGT Rosato 2023,  Cantina Le Macchie ❤️❤️++

Regione: Lazio | vitigni: sangiovese, altre varietà a bacca rossa | vinificazione: acciaio | prezzo online: 11 €

Si presenta rosa chiaretto carico e brillante, consistente. Al naso è intenso, complesso elegante e dotato di una spiccata personalità con note di mollica di pane, arancia rossa e cedro candito. In bocca entra fresco, sapido, strutturato, lungo e dotato di un’ottima beva.

Vini rosati italiani cantina le macchie

Ora puoi comprare il mio libro dedicato agli aspiranti sommelier, ai sommelier e ai winelover o scorrere la pagina per continuare la lettura dell’articolo!

Chiara Bassi libro sommelier manuale illustrato

Sommelier: il manuale illustrato

Tutti i miei appunti sul vino e sul cibo in un solo libro. Massima portabilità per studiare dove vuoi, quando vuoi… e anche con il tuo smartphone scarico! A tutti gli aspiranti sommelier… ubriacate il lupo! 😄🐺🍷🍀

Chiara Bassi

Vini rosati italiani, degustazione #9: “Albaria” 2023, Pellegrino ❤️

Regione: Sicilia | vitigni: frappato | vinificazione: acciaio | prezzo online: 10 €

Si presenta rosa tenue con riflessi concerto brillante. Al naso entra delicato ed elegante, con note di erbe aromatiche, agrumi, pepe rosa. In bocca entra coerente, fresco, molto sapido, strutturato e con un lungo finale che fa salivare

Vini rosati italiani albaria pellegrino

Vini rosati pugliesi, degustazione #10: “Le Grazie” Salento IGT Rosato 2023,  Vinicola Mediterranea +

Regione: Puglia | vitigni: negroamaro, malvasia nera | vinificazione: acciaio | prezzo online: 10 €

Si presenta rosa corallo chiaro brillante e consistente. Al naso è delicato ed elegante con note di pesca bianca matura e pompelmo rosa. In bocca entra coerente, fresco, abbastanza sapido e dotato di un’ottima bevibilità.

Vini rosati pugliesi le grazie

Vini rosati italiani, degustazione #11: “Incantesimo rosa” Sannio Aglianico Rosato DOC 2021, Rossovermiglio ❤️❤️++

Regione: Campania | vitigni: aglianico | vinificazione: acciaio | prezzo online: 12 €

Si presenta rosa corallo intenso e brillante, consistente. Al naso entra intenso e complesso con una nota di crosta di pane molto marcata, ciliegia e una sfumatura di fiori di timo. In bocca entra coerente, equilibrato e dotato di una beva straordinaria.

Vini rosati italiani Sannio doc

Vini rosati veneti, degustazione #12: Bla 2022,  ZENI 1870

Regione: Veneto | vitigni: barbera, nebbiolo | vinificazione: acciaio | prezzo online: 12 €

Si presenta rosa buccia di cipolla intendo, consistente. Naso intrigante con Note di camomilla. In bocca entra coerente, fresco, sapido strutturato e lungo.

Vini rosati italiani in anfora

Una riflessione sul vino rosato in generale…

Spesso alcuni sommelier che hanno puzzette solo sotto il naso tendono a discostarsi completamente dai vini rosati italiani. Ad esempio questi elogiano i vini rosati provenzali, i clairet bordolesi e snobbano completamente i vini rosati pugliesi, regione sicuramente eletta per la produzione del vino rosato. Che il vino rosato – soprattutto italiano – abbia una storia difficile, fatta di momenti in cui veniva usato per riciclare uve di non eccellente qualità, è cosa nota, ma non per questo dobbiamo avere pregiudizi nei confronti di chi lavora bene e si impegna per produrre vini che possono sicuramente competere a livelli internazionali. Per quanto riguarda questa degustazione penso al “Marisa” di Leone de Castris che alla cieca farebbe sbiancare molti vini rosati provenzali, a “il bandolo della matassa” di Cantina Le Macchie che farebbe impallidire altrettanti Tavel francesi e all’“Incantesimo Rosa” di Rossovermiglio che, seppur indossi un abito italianissimo, è buono e basta. Cari sommelier e aspiranti tali non abbiate mai pregiudizi: il corso AIS o FISAR serve per aprire la mente, non per diventare tristi macchiette di presunzione.

Caricamento